>
Home
 
PD - Circolo di Felino

Da Lusuardi solo Menzogne

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 21 Maggio 2014 09:00) Scritto da Andrea Mercoledì 21 Maggio 2014 08:53

 

Ancora una volta emerge lo “stile” spregiudicato e menzognero del candidato Angelo Lusuardi, a capo di una lista civica e, contemporaneamente,  membro del coordinamento provinciale di Forza Italia.

 

Lusuardi, che da capogruppo della lista Pdl-Lega Nord è in cerca di una nuova “verginità”, visto il significativo calo dei consensi del partito del “Cavaliere nazionale” ha, con abilità, candidato parte dei membri del comitato “No Cogeneratore” di Poggio di Sant’Ilario, forse facendo credere, come lui stesso ha dichiarato in occasione della pubblica assemblea del 13 febbraio, che una sua vittoria porterebbe alla chiusura dell’impianto della Citterio (peraltro non ancora funzionante).

 

In questi anni, nella sua veste di Capogruppo, Lusuardi  ha più volte presentato interrogazioni-provocazione alimentando l’idea che il cogeneratore possa essere portatore di inquinamento con impatti addirittura nocivi per la salute dei cittadini. E questo, nonostante le forti garanzie circa i controlli obbligatori di ARPA, AUSL, Provincia e Comune.

 

Naturalmente, lanciando slogan per nulla supportati da posizioni scientifiche di esperti né di istituzioni competenti nella materia ambientali e sanitarie.

 

Ed ora ci riprova. Stesso stile, stesse bugie, stesso approfittare della buona fede delle persone. Inaccettabile.

 

La variante del PRG adottata lo scorso  5 marzo NON PREVEDE  né nella futura APEA di Pilastro né in altre parti del territorio alcun inceneritore.

 

Sostenuto dalla posizione di parte tenuta dalla “Gazzetta di Parma”, si è ingiustificatamente alimentata tra alcuni cittadini un’idea che non trova alcun riscontro negli atti ufficiali.

Il gruppo “Insieme per Felino” denuncia con forza questi comportamenti scorretti e ingannatori che non rappresentano, a nostro parere, i requisiti di serietà e affidabilità necessari per una buona amministrazione.

 

Da Lusuardi solo BALLE

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento (Martedì 30 Novembre 1999 00:00) Scritto da Andrea Martedì 20 Maggio 2014 15:20

Replica del Sindaco di Felino Barbara Lori all’articolo apparso sulla Gazzetta di Parma di domenica 18 maggio 2014 a pag. 21.

 

Da Lusuardi e dal Comitato solo falsità. Desidero chiarire quanto pubblicato sulla Gazzetta di Parma del 18 maggio in riferimento al presunto nuovo inceneritore di Felino e fare alcune ulteriori precisazioni rispetto alle mendaci dichiarazioni del candidato Sindaco Lusuardi e del Comitato Ambientale.

Innanzitutto, devo precisare che con la Delibera approvata dal Consiglio Comunale di Felino il 5 marzo sono state apportate diverse modifiche al PRG. Tra queste, il recepimento nel PRG della nuova APEA Felino-Pilastro prevista dal PTCP della Provincia di Parma e alcune modifiche ad altri articoli delle norme tecniche del PRG.

Lo stralcio di testo riportato in foto a pag. 21 della Gazzetta di Parma riguarda precisamente le modifiche all’art. 11.19 delle norme tecniche attuative del PRG e si riferisce all’uso U.19, cioè alla possibilità per le aziende di realizzare impianti tecnici nelle aree a destinazione produttiva. Tale articolo è in vigore dal 1998 ma non riguarda l’APEA in quanto l’uso U.19 non è previsto per questa specifica area, i cui usi saranno dettagliati in futuro con la progettazione del Piano Particolareggiato di iniziativa pubblica.

In ogni caso, al contrario di quanto Lusuardi e il Comitato vogliono far credere, le modifiche all’art. 11.19 apportate dalla variante al PRG hanno contribuito a rendere la norma più restrittiva, limitando il margine di manovra dei privati rispetto agli impianti tecnici. Basta leggere il vecchio testo dell’art. 11.19 e confrontarlo con il nuovo per capire che nel testo modificato si dà maggiore rilevanza alle infrastrutture pubbliche e di pubblico servizio proprio a scapito degli impianti ad esclusivo uso di soggetti privati.

Per impianti tecnici si intendono, ad esempio, le cabine elettriche, la rete dell'acquedotto, la rete del gas, le fogne e anche, naturalmente, gli impianti per il trattamento dei rifiuti che non sono “inceneritori” bensì infrastrutture che consentono la separazione e il trattamento degli scarti di lavorazione (ad esempio, rifiuti edili ed organici) e che sono essenziali per un corretto smaltimento e, in alcuni casi, per il recupero dei rifiuti. Tali impianti sono regolarmente in uso oggi in molte strutture produttive perché, a differenza di un tempo, il trattamento dei rifiuti è un aspetto fondamentale della produzione e la loro corretta gestione rappresenta un elemento qualificante.

Alla luce di quanto sopra, ribadisco con forza che non esiste nessun progetto di inceneritore a Felino né tanto meno alcuna autorizzazione comunale in tal senso: gli impianti di incenerimento non possono nemmeno essere approvati dai Comuni perché ricadono nelle competenze della Provincia.

L’operazione in atto è indubbiamente e pesantemente una strumentalizzazione politica: è facile prendere due parole da un documento di numerose pagine, toglierle dal loro contesto e farne derivare conclusioni catastrofiche! Confido che i cittadini felinesi vogliano approfondire in autonomia la questione e li invito a consultare, con il supporto degli uffici tecnici comunali o di competenti professionisti, i documenti pubblicati sul sito web del Comune.

 

Barbara Lori, Sindaco di Felino

Il Programma di Insieme per Felino

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento (Martedì 30 Novembre 1999 00:00) Scritto da Andrea Giovedì 15 Maggio 2014 08:32

SCUOLA

La nostra priorità è mantenere il più alto possibile il livello qualitativo raggiunto sia dall’offerta formativa che dalle strutture scolastiche, per consentire ai ragazzi di studiare e muoversi in ambienti confortevoli.

Per questo il primo obiettivo sarà il completamento del Polo Scolastico con:

  • Realizzazione della mensa nella scuola primaria (progettazione esecutiva già attuata), con modalità di partnership tra pubblico e privato. Il finanziamento dell’opera verrà garantito in parte da privati;
  • Realizzazione della palestra, secondo stralcio del polo scolastico (progettazione definitiva già attuata). Il finanziamento, in parte già stanziato con avanzo di bilancio degli anni precedenti, sarà a carico dell’ente.

CULTURA

La cultura come percorso del “bene comune”: questo è ciò che la lista Insieme per Felino intende promuovere per dare a tutti i cittadini la possibilità, a seconda della loro identità, della curiosità, della volontà di conoscere e approfondire argomenti o situazioni nuove, di avvicinarsi agli eventi o alle opportunità culturali che verranno proposte.
Sarà importante riprendere alcune iniziative di successo integrandole nel tempo con le novità che le associazioni del territorio o altri Enti vorranno presentare.

I punti principali:

  • In sinergia con le associazioni, la promozione di progetti condivisi mediante l’apposita consulta, in stretta collaborazione con la Proloco, la promozione di iniziative teatrali (cartellone teatrale per ragazzi), cinematografiche e musicali rivolte ai giovani, in collaborazione con la scuola.
  • Potenziamento delle attività della Biblioteca Comunale, in collaborazione con la scuola, promuovendo iniziative culturali e laboratori didattici.
  • Riproporremo e incentiveremo, sulla scia del successo delle passate edizioni, i corsi dell’Università Popolare di Felino, rivisitando la formula dei corsi di approfondimento e inserendo temi di attualità (es. salute o ambiente).

Sarà nostro l’impegno a promuovere nuove forme di partecipazione per favorire un dialogo costruttivo tra amministrazione e cittadini. I progetti sui quali si vorranno sperimentare i nuovi ambiti partecipativi saranno il recupero dei due ex-edifici scolastici in disuso di Felino e di San Michele Tiorre.

AMBIENTE

La questione energetica e la conservazione dell’ambiente condizioneranno i nostri prossimi programmi amministrativi tesi alla conversione sostenibile del nostro modello socio-economico.

Quella che dobbiamo vincere è una sfida molto complessa che richiede un approccio di ampio respiro progettuale, composto da più azioni:

  • Monitoraggio continuo della qualità dell’aria del territorio tramite l’Osservatorio Ambientale di recente costituzione, con particolare attenzione alla situazione di Poggio S.Ilario Baganza in riferimento al cogeneratore installato dalla ditta Citterio.
  • Monitoraggio della qualità dell’acqua erogata dal nostro acquedotto.
  • Mantenimento degli ottimi risultati ottenuti nella gestione dei rifiuti. Deve essere uno stimolo per il proseguimento e la ricerca di nuovi progetti che abbiano come obiettivo la loro differenziazione, la diminuzione delle quantità e il fattivo riutilizzo dei materiali.
  • Proseguire con interventi mirati alla realizzazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, creando le condizioni per informare e formare la cittadinanza, comprendendo anche gli studenti delle scuole del territorio. La prosecuzione delle azioni di rispetto della certificazione ambientale Emas sarà essenziale. Così pure ci porremo l’obiettivo di ottenere anche la certificazione ISO 50001, certificazione che analizza il consumo di energia ed individua le aree ed i processi inefficienti.
  • Proponiamo la realizzazione delle seguenti piste ciclabili:
    • Pista ciclabile Casale – Felino 1° str.,tra la rotatoria della balestra e via Bertani G.;
    • Pista ciclabile Soragnola – Poggio, tra la rotatoria di Poggio di S. Ilario e l’ingresso di Soragnola;
    • Marciapiede ciclabile in via Marconi tra via Olivieri e loc. Logretto – casa gialla.
  • Promuovere la mobilità sostenibile attraverso l’incentivazione del car sharing.
  • Coinvolgimento degli agricoltori sia come attività produttive, sia come attivi protagonisti della gestione del territorio.
  • Promozione del progetto Orti Sociali con particolare attenzione alle fasce deboli.

TERRITORIO

Uno dei principali obiettivi per la legislatura 2014-2019 in materia urbanistica, riguarda la redazione della nuova pianificazione comunale.

Il PSC (Piano Strutturale Comunale), rappresenta l’opportunità per l’elaborazione, attraverso percorsi di studio e condivisione, di una nuova visione del futuro del paese e del territorio.

La nuova pianificazione dovrà avere come obiettivo primario la riqualificazione delle aree già insediate e dovrà ricercare la massima sostenibilità di sistema per un tessuto sociale ed economico integrato in cui chi vive e lavora a Felino possa trovare risposte adeguate anche in termini di servizi, strutture sportive e per il tempo libero.
In linea con le più recenti indicazioni regionali e provinciali in materia di consumo di suolo, dovrà essere orientata ad arricchire e migliorare il patrimonio esistente avviando un processo virtuoso che dovrà tradursi in:

  • Azioni volte alla promozione di progetti per la riqualificazione energetica degli edifici, con un effetto volano per il settore dell’edilizia ed i settori affini;
  • Un’opportunità di riprogettazione di aree strategiche come ad esempio la zona dei centri di Felino e San Michele Tiorre con interventi di miglioramento della viabilità e di sistemazione degli spazi pubblici.

La riqualificazione dei centri urbani di Felino e S. Michele Tiorre sarà uno dei capisaldi della prossima legislatura:

  • Verrà data priorità massima alla riqualificazione di via Roma, con il completamento degli interventi più urgenti entro dodici mesi. Si prevede un primo intervento di demolizione della pavimentazione in lastre e il successivo rifacimento del manto in asfalto. Successivamente si procederà con la progettazione per il rifacimento del marciapiede, quindi con l’esecuzione delle opere necessarie a completare l’opera.
  • La riqualificazione complessiva del centro di Felino prevede vengano inserite all’interno del progetto Piazza Miodini, via Carducci, via Verdi. Per questo intervento, indiremo un concorso di idee per la progettazione (Facoltà di Architettura, Ordini professionali degli architetti e degli ingegneri).
  • La riqualificazione del centro di S. Michele Tiorre prevede una progettazione a cura dell’Ufficio Tecnico comunale per la sistemazione della piazza principale e dell’area antistante la chiesa. I lavori verranno finanziati tramite la spesa corrente dell’ente.

SOCIALE

  • Pieno sostegno all’attività di Pedemontana Sociale perché sia sempre più punto di riferimento qualificato per chi intenda accedere ai servizi socio-assistenziali.
  • Promuovere progetti finalizzati all’integrazione e all’autonomia dell’individuo e della famiglia in ambito scolastico, lavorativo, sociale (équipe educativa, mediazione famigliare).
  • Attuare azioni di sostegno all’occupazione e di aiuto alle famiglie colpite dalla crisi economica.
  • Stimolare opportunità e progetti per rispondere al bisogno di aggregazione dei giovani, per promuovere il benessere di tutte le ragazze e di tutti ragazzi.
  • Promuovere esperienze finalizzate alla capacità giovanile di inserirsi nel mondo del lavoro con percorsi di start-up e condivisione di idee imprenditoriali.
  • Consolidare, perfezionare i servizi sociali professionali di sostegno dell’anziano e della sua famiglia (centro diurno,casa protetta, servizio di assistenza domiciliare, assegni di cura ecc..)
  • Proseguire e rafforzare forme di collaborazione con associazioni di volontariato per attività di prevenzione della solitudine e del disagio, anche a supporto di attività del servizio sociale (ad esempio, collaborazione con AUSER per Taxi sociale, collaborazione con Comitati Anziani per attività di socializzazione)
  • Garantire servizi di sostegno per le persone diversamente abili e le loro famiglie. Particolare attenzione verrà dedicata al tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche nella progettazione per la riqualificazione dei centri cittadini.
  • Organizzare, tramite il volontariato, corsi di lingua italiana per donne straniere.

SERVIZI SANITARI

  • Mantenimento dei servizi di assistenza primaria erogati presso la Casa della Salute di via Perlasca a Felino (assistenza infermieristica domiciliare, pediatria di comunità, igiene pubblica, punto prelievi, consultorio ostetrico ginecologico, medicina di gruppo).
  • Promozione e sostegno dell’attività di prevenzione sanitaria, in collaborazione con le associazioni di volontariato (Assistenza Volontaria, Avoprorit).
  • Promozione di iniziative di informazione e prevenzione attraverso collaborazioni tra le scuole del territorio e l’ambulatorio ostetrico-ginecologico.

GIOVANI

  • Promozione di proposte elaborate tramite i piani di zona, con il coinvolgimento della struttura Infogiovani e degli assessorati alla scuola e alla cultura, al fine di arginare la dispersione scolastica.
  • Promozione di aggregazione e socializzazione tra i ragazzi, supportando il progetto di “educativa di strada” e collaborazione con altre realtà del territorio che si occupano del mondo giovanile (parrocchia, associazioni sportive e ricreative).
  • Incentivare i progetti di collaborazione tra l’amministrazione e la scuola per consentire ai ragazzi di poter usufruire della biblioteca e dell’archivio storico comunale.
  • Realizzare nel breve periodo una sala polivalente (prove musicali, ballo, recitazione etc.) ad uso pubblico, gestita dall’Amministrazione, già prevista nella progettazione dell’edificio destinato a magazzino archivio e deposito.
  • Riprendere la progettazione e finanziare la creazione di uno spazio pubblico aperto, gestito dall’Amministrazione, a disposizione delle associazioni, attrezzato con tutte le utenze e dotazioni pubbliche (fognatura, illuminazione, pavimentazione, verde, servizi igienici ecc.) che possa essere destinato alla realizzazione, previo montaggio di tensostrutture, di eventi (concerti, feste, esposizioni etc.), oppure in certi periodi dell’anno a parcheggio per i camper.
  • Incentivare l’avviamento allo sport in sinergia con enti e associazioni sportive del territorio e non, organizzando eventi promozionali delle diverse discipline.
  • Dedicare una parte del sito istituzionale del Comune alla promozione delle iniziative dei giovani e, più in generale, al loro universo oggi in costante e rapida evoluzione, in collaborazione con la struttura Infogiovani.
  • Promuovere stage di inserimento nel mondo del lavoro con aziende del territorio.

ECONOMIA E SVILUPPO SOSTENIBILE

Il territorio di Felino e più in generale quello della Pedemontana sono in rapida evoluzione e le recenti innovazioni istituzionali rappresentano l’occasione per trovare nuove risposte a fronte di queste trasformazioni: l’Unione Pedemontana dovrà divenire luogo di progettazione.

  • Estensione dell’agevolazione per abbattere il tasso d’interesse anche alle PMI, (es. cooperative di garanzia).
  • Nuove possibilità di finanziamento per giovani imprenditori.
  • Proseguire nella concertazione con gli organi che fanno parte del tavolo di lavoro del Distretto del Prosciutto ampliandone le progettualità.
  • Mantenimento degli attuali eventi commerciali e progettazione di nuovi affinché siano utilizzate le nuove potenzialità offerte dalla riqualificazione urbana del centro.
  • Sostegno alle attività commerciali per agevolare l’adesione al progetto di Ascom, Confcommercio e Prefettura di Parma per l’installazione di un particolare video allarme che consente il contatto con le forze dell’ordine 24 ore su 24: possibilità di intervento immediato delle forze dell’ordine e di monitoraggio degli esercizi in tempo reale con memoria dei dati per sette giorni.
  • Fare rete con le kermesse provinciali – spesso di rilievo nazionale – per incoraggiare le attività di ricezione turistica, con riflessi positivi sull’economia e il turismo.
  • Promuovere la collaborazione tra Proloco, associazioni e commercianti per l’organizzazione di manifestazioni ed eventi, per incentivare il turismo culturale e eno-gastronomico.

INVESTIMENTI E SERVIZI

  • Miglioramento e adeguamento sismico della scuola materna di Felino (già approvato progetto definitivo).
  • Realizzazione della struttura polifunzionale destinata a sede Magazzino Comunale, Magazzino Protezione Civile, sede Archivio Comunale e Archivio Storico, sala riunioni, sala multifunzione (musica,danza,sala prove ecc..).
  • Riqualificazione del fabbricato a gestione ACER in via D. Alighieri 6 a S. Michele Tiorre, in parte con fondi dell’ente, derivanti da alienazione di edificio pubblico, in parte da investimento di ACER.
  • Riqualificazione del fabbricato destinato a scuola secondaria di I° grado S. Solari di Felino. Intervento finanziato con fondi propri da stanziare nelle prossime annualità.
  • Ultimazione dei lavori nel fabbricato in costruzione a Casale di Felino destinato a centro civico.
  • Per le strutture cimiteriali si attueranno nel corso degli anni, in continuità con le legislature precedenti, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Realizzazione di cellette ossario sotto l’arcata di sinistra con spazi già destinati.
  • Per il Cimitero di Cevola si darà priorità alla realizzazione di due cappelle gentilizie: una sarà destinata a contenere, previo smontaggio, il blocco di cellette ossario attualmente addossate al muro, l’altra sarà destinata alla vendita. Si intende inoltre di indire un bando per la manifestazione di interesse da parte dei cittadini, per l’acquisto di lotti di cappelle gentilizie.
  • Realizzazione di rotatorie:
  • Felino, per eliminare l’incrocio tra via Verdi e l’attuale provinciale.
  • San Michele Tiorre, per eliminare l’incrocio all’ingresso dell’area artigianale “Padovana”.

SICUREZZA

Evolve e migliora la politica di prevenzione: il nostro territorio è già monitorato da un pacchetto di otto telecamere che noi proponiamo di incrementare. Cinque nuove telecamere nei punti più critici dove sono stati segnalati episodi di teppismo o furti.
In particolare sarà installata una telecamera nel piazzale del Cimitero di Felino, due telecamere in piazza Garibaldi, una nel parcheggio in via Garibaldi e, infine, una nel parco Natura e Vita.
In totale tredici dispositivi uniti agli altri che saranno installati dai commercianti, nell’ambito del progetto di video-allarme proposto da Ascom e Prefettura.
La cooperazione tra le istituzioni e un’attenta politica di prevenzione sono la condizione indispensabile per garantire la sicurezza dei cittadini.

METODO

Un percorso condiviso tra cittadini e amministrazione

Si intende appoggiare e sostenere le realtà associative di volontariato del territorio, consapevoli dell’importante ruolo che esse svolgono per la diffusione della cultura, per l’aggregazione delle persone, la promozione del turismo locale, la promozione dei nostri prodotti alimentari tipici e per tutte quelle iniziative rivolte al mantenimento del benessere delle persone e della qualità della vita.

Continueremo nella promozione di iniziative che consentano al cittadino di rapportarsi con l’Amministrazione e di avere riscontro alle proprie esigenze in tempi rapidi, sfruttando al meglio le nuove tecnologie e la rete telematica di interconnessione tra gli Enti.

Nell’attuale fase di profondo e rapido cambiamento degli assetti istituzionali, determinati in primis dal superamento delle Provincie come le abbiamo finora conosciute, è necessario divenire “soggetto attivo” nella riorganizzazione degli organi di governo che coinvolgeranno Sindaci e Consiglieri Comunali.

Insieme per Felino intende proseguire e potenziare lo sviluppo di progettualità sulle tematiche ambientali e di valorizzazione del territorio in collaborazione con i Comuni limitrofi, la Strada dei Vini e dei Sapori e con tutte le realtà attive in grado di dare un contributo fattivo su questi temi.

Incontro con Salvatore Caronna

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento (Martedì 30 Novembre 1999 00:00) Scritto da Andrea Mercoledì 14 Maggio 2014 07:34

Elenco Candidati alle Elezioni amministrative 2014

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento (Martedì 30 Novembre 1999 00:00) Scritto da Andrea Lunedì 05 Maggio 2014 15:15

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 4
pd network youdem
La differenza la fai tu. Campagna di tesseramento.